L

Leucotrieni
Mediatori dell' allergia, dall' alto potere contratturante sulla muscolatura liscia bronchiale.

Lipossigenasi
Le lipossigenasi sono responsabili della perossidazione di acidi grassi poli-insaturi contenenti doppi legami del tipo 1,4-cis,cis, nonché della degradazione ossidativa dei pigmenti carotenoidi. L’attività delle isoforme finora isolate, sopra tutto da altre fonti molto più ricche di LOX, è largamente differente sia per quanto concerne la dipendenza da pH che per il prodotto della reazione. Sono inoltre poco chiari la cinetica e il meccanismo delle reazioni catalizzate. Avendo già ottenuto LOX globalmente arricchita 60-70 volte, ci si propone di purificare completamente almeno l’isoforma più abbondante e di caratterizzarla.

 
N
 
Neurotrasmettitori
I neurotrasmettitori sono immagazzinate in vescicole, sacchetti prodotti attorno al nucleo del neurone; quando uno stimolo afferente, sotto forma d'impulso elettrico o chimico, raggiunge il neurone, le vescicole migrano lungo l'assone fino al rigonfiamento terminale denominato bottone terminale. Per effetto dell'impulso, alcune vescicole si attaccano nella membrana della terminazione, si aprono e rilasciano il loro contenuto. Le molecole del neurotrasmettitore interagiscono con un sito chiamato recettore. Il neurotrasmettitore può considerarsi esplicativamente una parola in codice di cui il neurone si serve per inviare messaggi ad altri neuroni con i quali comunica. Il recettore riconosce quello specifico neurotrasmettitore per la sua composizione chimica: soltanto quel neurotrasmettitore potrà essere riconosciuto, quindi ricevuto da quel recettore determinando eccitazione o inibizione. Per esempio, la feniletilammina, la dopamina e la norepinefrina sono due delle circa trenta sostanze che i biochimici chiamano neurotrasmettitori. Sono portatori di messaggi che collegano i miliardi di cellule nervose del sistema nervoso, e ne è stato scoperto il ruolo attivo nei processi neurochimici che intervengono nel determinare il cosiddetto innamoramento.

Noradrenalina
La noradrenalina è un importante mediatore nervoso del cervello emozionale. Essa è cinvolta però soprattutto nella regolazione dei comportamenti d'emergenza e nella risposta allo stress. A livello del sistema nervoso centrale produce attivazione cerebrale, aumentando l'attenzione e la vigilanza, mentre a livello periferico, attraverso le fibre del sistema nervoso simpatico, media gli aggiustamenti funzionali ai comportamenti di lotta e fuga, come l'aumento del battito cardiaco, della pressione arteriosa, della mobilitazione degli zuccheri, della dilatazione dei bronchi, dell'induzione del rilascio di andrenalina, ecc. La norandrenalina è implicata nei processi del rinforzo psicologico ed interviene quindi nelle funzioni cognitive. La norandrenalina, infine, è il trasmettitore nervoso principale del nucleo del locus coeruleus, un centro nervoso profondo che integra le informazioni sensoriali in arrivo alla periferia, per distribuirle poi ai centri superiori del cervello e alla neocorteccia. Tale nucleo sembra interessato all'azione delle droghe allucinogene.

 
O
Oligoelementi
ciascuno degli elementi inorganici, quali cromo, stagno, manganese, ecc., indispensabili alla vita e presenti in concentrazioni molto piccole in tutti gli organismi viventi.
TORNA SU