C

Catecolamine
Le catecolamine sono composti organici diidrossilati caratterizzati da un anello fenolico di tipo catecolico(diidrossibenzene). I membri più importanti di questa famiglia sono: ADRENALINA, NORADRENALINA, DOPAMINA. La sintesi delle catecolamine avviene attraverso una serie di reazioni enzimatiche che utilizzano come substrato iniziale l'aminoacido aromatico L-TIROSINA (fig. 1) e tale formazione ha luogo nelle cellule cromaffini della midollare surrenale e dei neuroni simpatici.

Ciclossigenasi
L'enzima ciclossigenasi ( COX ) esiste in 2 distinte isoforme:
COX-1 è un enzima presente in quasi tutti i tessuti che media le risposte fisiologiche, come la citoprotezione dello stomaco, l'aggregazione piastrinica.
COX-2, invece, è espresso dalle cellule coinvolte nel processo infiammatorio ( macrofagi, monociti, sinoviociti ), ed è principalmente responsabile della sintesi dei prostanoidi, coinvolti negli stati infiammatori acuti e cronici.

D
Dopamina
La dopamina è il neurotrasmettitore fondamentale perché l’attività motoria possa esplicarsi rapidamente ed armonicamente. Con il termine neurotrasmettitore ci si riferisce a tutte quelle sostanze che vengono rilasciate da una cellula nervosa e che vanno a stimolare o a inibire un’altra cellula, con cui ha un contatto, trasferendo così un’informazione. La dopamina che si forma nei neuroni della Sostanza Nera va a stimolare ed a mettere in funzione un insieme di strutture nervose situate alla base del cervello, che potremmo considerare come il "motore" del cervello per quello che concerne tutta la nostra attività motoria.La dopamina si forma nel nostro organismo, in particolare nelle cellule nervose della sostanza nera, a partire dalle proteine che vengono assunte con il cibo. Negli animali da esperimento, la mancanza o una notevole diminuzione della dopamina porta ad una riduzione dell’attività motoria automatica, rigidità muscolare, lentezza nell’esecuzione dei movimenti volontari e tremori. Ed è proprio tutto quanto si osserva nel malato parkinsoniano.
 
E
 
Eicosanoidi
Gli eicosanoidi fanno parte degli acidi grassi essenziali, AGE o EFA (Essential Fatty Acids) così definiti e perché l'organismo umano non li può generare, pertanto occorre assumerli con il cibo.
Gli eicosanoidi sono sostanze in grado di modulare alcune risposte endocrine. Sono rappresentati da diverse famiglie di sostanze (prostaglandine, tromboxani, leucotrieni, ecc.) e secondo i dietologi i loro livelli possono essere modulati dall'assunzione di particolari farmaci e dalla dieta.
Gli eicosanoidi possono per semplicità essere distinti in Omega-6 tra cui l'Acido Arachidonico (AA) con effetti solitamente negativi sul metabolismo o Omega-3 tra cui l'acido Eicosapentaenoico (EPA) e l'acido Docosaesaenoico (DHA) con effetti positivi sul metabolismo.

Enzimi
Gli enzimi sono molecole proteiche aventi il compito di catalizzare praticamente tutte le reazioni chimiche che avvengono negli organismi viventi. Essi svolgono il loro ruolo con modalità differenti da reazione a reazione, ma in tutti i casi la catalisi procede attraverso la formazione di complessi tra l'enzima e i reagenti. La più semplice reazione catalizzata da un enzima può essere così rappresenta da:
E + S <====>ES <====>EP <====> E + P
L'enzima si combina con l'unico reagente S, detto substrato, per formare un complesso enzima-substrato, ES. ES è poi trasformato in EP che si scinde in prodotto P ed enzima libero, che è nuovamente disponibile per reagire con un'altra molecola di S.
Il processo può avvenire in maniera estremamente rapida: in molti casi una sola molecola di enzima è in grado di trasformare in 1 secondo migliaia di molecole di substrato in prodotto. La velocità di una reazione catalizzata da un enzima può essere fino a 1014 volte superiore alla velocità della stessa reazione non catalizzata.

TORNA SU